Skip to main content
arredo giardino consigli

La definizione di “arredare” è quella di attrezzare uno spaziosecondo criteri di funzionalità e gusto”. L’arredamento per gli spazi esterni della propria casa deve quindi essere sia funzionale che gradevole. Troppo spesso si ha la tendenza di procedere per estremi, orientandosi verso soluzioni solamente funzionali (e prive di qualsiasi senso estetico e di coerenza con lo spazio in cui si trovano) o solamente gradevoli (ma inutilizzabili o prive delle più elementari caratteristiche che dovrebbero renderle funzionanti). L’equilibrio è quello che ci vuole ed è importante sapere quali sono gli elementi da prendere in considerazione per bilanciare la nostra scelta e realizzare un arredamento per esterni davvero unico.

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Realizzare non trovare

Il punto di partenza più importante quando si tratta di dover mettere mano all’arredamento degli spazi esterni della propria casa (ma anche di un’attività commerciale) è che bisogna creare, non trovare. Gli accessori per l’arredamento permettono di realizzare quell’idea di outdoor che si vuole raggiungere. L’arredamento, infatti, non è il semplice acquisto di oggetti da piazzare dentro uno spazio, ma è la costruzione di un ambiente attraverso, anche, gli accessori con cui si vuole rendere vivibile quell’ambiente. Perché arredare significa dare vita a uno spazio. Gli spazi esterni non sono ambienti protetti da fotografare o ammirare da lontano, ma realtà nelle quali vivere il proprio tempo e quello in compagnia delle persone care. Le molteplici opportunità offerte dalle strutture e coperture per esterno, come le numerose soluzioni proposte da Coverture, fanno sì che realmente il proprio giardino, balcone, terrazza o veranda, possa essere un piccolo angolo di paradiso.

Perché tutto questo sia possibile è importante non commettere errori e avere una prospettiva corretta sulla scelta dell’arredamento per esterni. Ecco 5 consigli utili per non sbagliare.

5 fattori chiave da considerare

  1. Il tipo di spazio esterno

Partiamo da qui, dallo spazio che si deve arredare. Avere a disposizione un giardino, un balcone, una terrazza o una veranda non è la stessa cosa. Ignorare questa basilare distinzione è la causa principale di molti errori. Spesso si vuole replicare l’arredamento visto in altri spazi esterni, ma non sempre è possibile. Prima di scegliere quali accessori e mobili acquistare, è bene studiare il proprio spazio, anche e soprattutto in funzione delle sue caratteristiche tecniche. Non esiste uno spazio migliore dell’altro, esistono opportunità da cogliere.

  1. L’ambiente circostante

Come abbiamo detto inizialmente arredare non è riempire spazi, ma creare ambienti funzionali ed eleganti. Per farlo è importante anche considerare il contesto urbano nel quale ci si trova. Anche perché l’ambiente circostante confina con il proprio giardino, terrazza, balcone o veranda, e per creare armonia è doveroso non ignorare quelle che sono le peculiarità generali di quella realtà.

  1. Le dimensioni

La grandezza degli spazi esterni incide sulla scelta dell’arredamento. Bisogna evitare di occupare esageratamente lo spazio calpestabile o di chiudere le fonti d’aria e di luce con arredamenti voluminosi e ingombranti. La bellezza di uno spazio esterno passa anche dall’armonia con cui gli elementi d’arredo si inseriscono in quell’ambiente. Esistono tantissime soluzioni di dimensioni ridotte, belle e altrettanto funzionali come quelle più grandi.

  1. Illuminazione

Un buon arredamento deve tenere in considerazione anche l’illuminazione. Sia quella naturaleche quella artificiale. In base al tipo di ambiente a all’atmosfera che si vuole creare è fondamentale pensare e collocare gli arredamenti in maniera utile. In questo senso si possono realizzare tantissime soluzioni, con spazi con una luce più soffusa e altri con un’illuminazione più marcata. L’illuminazione stessa è un tipo di arredamento da considerare per lo spazio esterno, potendo realizzare anche soluzioni flessibili e adattabili in base alle esigenze del momento.

  1. I materiali

Infine, ma non meno importante, la scelta dei materiali. Anche in questo caso la preferenza di un materiale rispetto ad un altro non è solamente estetica, ma anche funzionale. Ci sono materiali che assicurano una maggiore resistenza agli agenti atmosferici, altri che permettono un maggior isolamento termico, altri ancora che hanno una maggiore longevità. In tutti i casi la decisione sui materiali non è secondaria, ma incide profondamente sulla realizzazione di un arredamento meravigliosoper i propri spazi esterni.

Arredamento per esterni: 5 fattori chiave per non sbagliare

Tempo di lettura: 3 min